Ultima modifica: 25 novembre 2021

20 Novembre 2021

Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

Anche in questo anno scolastico gli alunni dell’Istituto R. Morzenti, guidati dagli insegnanti hanno riflettuto sulle importanti tematiche della Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
Ecco il link dell’UNICEF per saperne di più.
 —————
Scuola dell’Infanzia di Caselle Lurani: “Non calpestare i nostri diritti”
I bambini della scuola dell’infanzia hanno illustrato cos’è un DIRITTO  e quali sono, attraverso l’ascolto di canzoncine e filastrocche, la poesia allegata e la realizzazione dell’impronta del piede di ogni bambino.

 —————

Scuola Primaria ” S.F.Cabrini” di Castiraga Vidardo

 

—————

Scuola Primaria “R. Morzenti” di Sant’Angelo Lodigiano

Oggi 21 novembre, in occasione della ricorrenza della giornata internazionale dei diritti dell’infanzia, gli alunni della scuola primaria Morzenti hanno incontrato, da remoto, il presidente del Comitato UNICEF di Lodi, Gianpaolo Pedrazzini al quale, in apertura del collegamento, la Preside, Annalisa Fattori e la vice-Preside Letizia Sudati, hanno portato il saluto ed il ringraziamento per aver accolto l’invito da parte della nostra scuola, da anni “amica dell’Unicef”.

Il Presidente Pedrazzini, dopo la presentazione dell’organizzazione che rappresenta e dopo aver spiegato quali sono i principali obiettivi dell’Unicef, ha spiegato quali sono i diritti fondamentali di ogni bambino e quali sono i Paesi in cui sono meno garantiti, ha sottolineato che la presenza capillare dell’Unicef permette di seguire da vicino le emergenze umanitarie causate dalle guerre e dalle calamità naturali, ha ribadito che il Comitato Italiano si sta concentrando sul problema della malnutrizione infantile e infine non si è sottratto alle numerose domande poste con tanta spontaneità dai bambini. 

Gli alunni intervenuti hanno fatto domande molto pratiche – Quali sono i Paesi in cui c’è maggior bisogno? – Come fate a portare acqua e cibo ai bambini che non ne hanno? – Come possiamo fare per dare anche noi un contributo? – Come si diventa volontari? – Come si fa a contattare l’Unicef? – Come hai fatto a diventare il capo dell’Unicef? e Pedrazzini ha colmato questo bisogno di concretezza rispondendo che l’Unicef interviene attualmente in 196 Paesi, con campagne e progetti mirati a secondo delle esigenze, dopo aver raccolto fondi per permetterne l’attuazione. Attualmente l’Unicef sta lavorando ed è al fianco dei bambini e delle famiglie che vivono faticosamente a causa dei disordini e delle guerre, continua la campagna delle vaccinazioni, sostenuta grazie al Progetto Pigotta e lotta per permettere la sopravvivenza di queste popolazioni. 

Ha poi ribadito che tanto del lavoro che viene fatto, è sostenuto dall’aiuto dei volontari e che questa realtà, soprattutto in Italia è molto sentita.

 

 




Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie. more information

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

Close